jump to navigation

Cui prodest? maggio 28, 2007

Posted by Lo Scafo in Le mie battaglie, Totale.
20 comments

Obiettivo MarijuanaQualche mese fa sul corriere della sera on line c’era un titolo: “Cannabis: perchè ora fa più paura
Quella che circola oggi è fino a 20-25 volte più concentrata rispetto al passato. E nuovi studi svelano pesanti effetti sul cervello”. E’ facile immaginare cosa possa aver detto il medico intervistato.

Il TAR blocca la revisione della Fini-Giovanardi.

Poco dopo accadde il fatto dell’autista del pulmann.

Poi quello del quindicenne morto a scuola.

Il sospetto che ci possa essere una mezza campagna in corso me lo fa venire proprio quella video intervista di qualche tempo fa, alla quale i fatti successivi sembrano capitati apposta per completare un agenda.

Ora chiaramente al povero quindicenne hanno trovato il cuore ingrossato e pare tracce di coca nei polmoni “Non sono emersi residui di hashish”.

Ora l’autista del pulmann non si sa se questo si faceva abitualmente un cilotto prima di mettersi in viaggio o se s’era fatto il primo tiro di canna in vita sua 20 giorni prima dell’incidente.

Ora va bene che i titoloni ad effetto fanno sempre bene, ma non è che i redattori de “Il Corriere” o “Repubblica” non sappiano cosa possano comportare.

Ad onor del vero qsul fatto del ragazzo morto qualcuno ha detto che la marijuana doveva essere stata alterata, ma si è aspettato che uscissero prima i titoloni evento per poi farsi dire da uno specialista quello che tutti i giornalisti già sapevano.

Ripeto il punto, qui non si parla degli articoli di “Libero”, de “il Giornale” o de “Il Tempo”, ma di una informazione che senza distinzioni (a parte “Il Manifesto” credo) si è buttata in una superficialissima informazione su un tema da anni al centro del dibattito.

Annunci

Approdi maggio 22, 2007

Posted by Lo Scafo in Non so che scrivere, Sondaggi.
7 comments

CercaAppena aperto il blog tenevo una pagina dove inserivo le chiavi di ricerca con cui il blog veniva ragiunto.
Col tempo è diventato impossibile tenere aggiornata la pagina e l’ho cancellata.
La cosa più divertente è che a volte la gente interroga google come fosse l’oracolo di Delfi mettendo anche il punto interrogativo alla fine della domanda.
Ho una notevole percentuale di accessi da persone che cercano suggerimenti per discorsi di campagne elettorali (10 nell’ultima settimana… che su 400 aqccessi settimanali sono una buona media).

Vengo all’elenco di quelle degne di nota… fate una ricerca per “le scarpe a punta fanno bene?” e cliccate su “Scarpe a punta o rotonde?? : Forum alFemminile – 19 mag”… è una finestra sul mondo!
stò sotto
teorema dello sciacquone
come fare campagna elettorale
fuori dal tunnel karaoke
solo che me so scordato
ma vaffanculo culattoni
come posso avere estratto conto del tele
guarda vuovi film
le scarpe a punta fanno bene?
auguri a un romanista
morte da sgozzamento
il culo di kylie minogue
ho una terza di reggiseno
miglior dentifricio
non so che scrivere nel blog
come mangiare l’oppio
guadagno manager autogrill
napolitano mobili a vittoria
addominali a tartaruga come fare
storia di tranquillo
odio visco
sono triste e’ morto mio
quanto guadagna un dipendente telecom
decalogo della brava moglie
sesso con king kong
sinonimo di inviolabile
mi piaci un po
naziskin

L’origine del male maggio 14, 2007

Posted by Lo Scafo in Le mie battaglie.
11 comments

Kamikaze CristiToccherebbe dire 10000 cose dopo il family day… quello che sostengo è che ci troviamo in questa situazione sempre e solo per un motivo: la legge elettorale, se la chiesa con due telefonate (Andreotti e Pininfarina), non avesse il potere di far cadere il governo forse lo scenario oggi sarebbe diverso.

Se ci troviamo in questa situazione è per l’inettitudine dei dirigenti della sinistra e per errori di calcolo di noi tutti.

Semplicemente quando la CDL presentò quel disegno di legge saremmo dovuti andare sotto montecitorio in centinaia di migliaia.. ma eravamo sicuri di ottenere il 60% dei voti.. cosa che comunque se qualcuno si fosse letto le modalità di elezione del senato non sarebbe bastata a dormire sonni tranquilli (“vedranno che scherzetto gli abbianmo fatto al senato” disse Calderoli).

Comunque..

1) Stavo a Piazza Navona… poca gente.. poi tra sapere che Intini (si si, Ugo Intini contro il cui PSI sono sceso in piazza le prime volte in vita mia) è divenuto il difensore della laicità e che un milione di persone stanno al Family Day (poi perchè in inglese… giornata della famiglia cos’era.. da italiano sfigato????) non so cosa sia peggio.

2) Eravamo in 4 milioni a Roma contro la guerra in Irak e decine di milioni in tutto il mondo… vi risulta che il governo di allora cambiò strategia?

3) La chiesa fa del terrorismo (psicologico), i cartelli tipo “Dio me l’ha data, guai a chi me la tocca” (riferito alla famiglia… ma riferito alla figa potrebbe generare decine di doppi sensi esilaranti) . Ora.. riferito alla famiglia… qusto cartello non ha senso.. i DICO non istituiscono l’obbligo di divorzio.

3.1) Chiaramente con gente che espone cartelli come quello di sopra non è che si possa discutere. Sono come quegli individui che esclamano “Dove sono le bandiere della pace ora che si rifinanzia la missione in Afghanistan???”

4) Questa esaltazione della famiglia rientra nella comune tecnica della vasellina… W la famiglia.. W mamma’.. poi a 35 anni ancora non ti sai fare il bidè… tanto con i soldi del tuo misero stipendio, che senza spese per la sopravvivenza diventa da nababbi, puoi comprarti le magliette da 50 euro (che differiscono da quelle da 2 solo per la scritta in Arial 48 “Dolce & Gabbana”) .

P.S.

Ci sarebbe da parlare pure d’altro… ma oltre quanto detto da Fabio sul suo blog non credo sia possibile fare.

Tecnologia maggio 11, 2007

Posted by Lo Scafo in Il piccolo Alan Friedman, Le mie battaglie.
add a comment

TelefoninoIl mese scorso ho dovuto ricomprare il telefonino.

Ho comprato quello con la tecnologia più avanzata reperibile oggi sul mercato: il più economico.

L’accessibilità e quindi la facilità di realizzazione è un parametro fondamentale nella valutazione di una tecnologia.

La fetta della torta maggio 7, 2007

Posted by Lo Scafo in Eventi.
15 comments

Fetta di tortaIl Primo maggio per l’ennesima volta è bastato che qualcuno dicesse come stanno le cose perchè venisse sommerso da accuse bipartizan. Mi riferisco a Rivera che ha semplicemente detto la verità sull’atteggiamento del Vaticano.

 

In quello che rimane dei DS nessuno ha detto nulla.. Prodi ha dato una botta al cerchio ed una alla botte.

 

La levata di scudi c’è stata all’unisono da parte dei vari gruppi PDCI, VERDI, Rif Com e la nuova Sinistra Democratica.

 

Negli ultimi anni ho sempre pensato che si dovesse mediare e cercare di andare al governo, ma alla fine.. si ottiene di più stando al governo dovendo sempre parlare mordendosi la lingua oppure stando all’opposizione.. magari con un 20% e dire apertamente quello che si pensa…?

 

Intendo dire… se uno sta all’opposizione… arriva al chiesa e dice “ERETICI!!! TERRORISTI” uno gli può rispondere… guarda che io c’ho il 18% dei voti.. ed è un 18% della popolazione che se potesse farebbe chiudere il vaticano… è un 18% che se ti mando a fanculo è contento!!!

Azz… me lo sono scordato aprile 27, 2007

Posted by Lo Scafo in Mi ricordo quella volta che, Non so che scrivere.
5 comments

ScordatoSe in vita mia non avessi mai perso tempo per tornare indietro a raccattare qualche cosa che m’ero scordato oggi sarei ancora minorenne.

 

 

 

I think you’ve missed airport aprile 16, 2007

Posted by Lo Scafo in Mi ricordo quella volta che.
5 comments

Aereo

Questo episodio mi è tornato in mente grazie ad Ebu, che tra poco sarà miliardario grazie alla sua nuova trovata: http://capitaatuttidifarecazzate.wordpress.com/

Dovevo tornare a Roma da Londra. Vado con il treno a Gatwick, da dove ero arrivato.
Vado al check in della Virgin con degli appunti un po’ confusi… il tipo comincia a controllare… fa una faccia strana, parlotta con un altro… poi mi dice “I think you’ve missed airport”.
Il mio aereo partiva da Heathrow.

Il pulmino da un aeroporto all’altro costava solo 18 sterline (50 sacchi delle’epoca). Mi erano rimasti solo un po’ di (franchi?) Belga (che avevo cambiato all’andata per comprare le sigarette al duty free). Ricambiati quelli in sterline e pago il biglietto ed arivo ad Heatrow metre il mio aereo partiva senza di me.

Arrivato convinsi quello al banco della virgin che l’errore era stato loro – rischiando di far licenziare l’operatore con cui avevo parlato – e quello mi diede un biglietto per il giorno dopo. Mi era rimasta una sterlina con cui mi presi una patatina fritta al burger king. Stavo morendo di fame, vedo che arriva un aereo dall’italia, fermo un passeggero, gli spiego la situazione e lo imploro di darmi 3 sterline per un hamburgher, quell’infame mi dice di no.

Rimango su una panca con il mio carrello vicino, avevo solo un Dylan Dog (comprato all’andata) che avrò letto 15 volte, riuscendo con un opera di autosuggestione a mantenere sempre uno strascico di interesse.

Hasta la vita siempre aprile 10, 2007

Posted by Lo Scafo in Campagna elettorale, Le mie battaglie.
9 comments

Fez AsinoA.N. ha fatto dei manifesti con lo stesso titolo che ho usato per il post. Nel dettaglio il manifesto diceva una cosa tipo “per la vita, dalla difesa dell’embrione e contro la pena capitale”. Ora, da quando in quà AN è contro la pena di morte???? Poi, cazzarola, manco all’asilo… scimmiottare uno slogan dell’altra parte, modificandolo, senza manco cercare di mantenere un significato… “Fino alla vita sempre”, cosa cazzo significa??? Al massimo potrebbe essere uno slogan a favore delle magliettine corte che lasciano scoperta una fetta di pancia (a proposito, bentornata primavera…).

Censura aprile 4, 2007

Posted by Lo Scafo in Le mie battaglie.
6 comments

TelevisoreGiorni fa ci fu la famosa votazione al senato che fece traballare il governo. La sera – in quella che era casa Bradford – ci vedemmo prima Roma-Lione poi qualche tribuna politica. Ebbene – mi pare su rai tre – c’era Maurizio Belpietro. Quando gli venne data la parola realizzai che si trattava di un ingiustizia: se ci fosse parità d’accesso ai media, qualunque cretino potrebbe dire la sua. Non essendoci tale parità Belpietro non dovrebbe poter parlare al pubblico. Voglio molto bene ai miei amici per cui decisi che nessuno all’interno della casa doveva sentire quello che diceva: attaccai così a parlare senza prendere fiato sovrapponendo la mia voce alla sua.

A caval Donato non si guarda in bocca aprile 2, 2007

Posted by Lo Scafo in Sondaggi.
11 comments

Caval DonatoA che età avete scoperto che Donato non era il nome del cavallo ma il participio passato del verbo donare?

Io – complice un nonno che si chiamava Donato – a 16 anni.