jump to navigation

Cucitevi quella bocca dicembre 18, 2006

Posted by Lo Scafo in Campagna elettorale, La gente è matta.
2 comments

Bocca cucitaVolevo fare un post su questo episodio.

Ci hanno però già pensato Lupo e Fabio

Dimenticavo… scaricatevi Permalink (c’è anche il link in basso a destra), è uscito un nuovo numero ed il mio amico Ebu (il guru), ha trovato anche il modo di sbatterci un po’ di “figa” in maniera trasversale ma non troppo. Che la diffusione abbia ora inizio.

Perchè tanto odio?? dicembre 6, 2006

Posted by Lo Scafo in La gente è matta.
4 comments

Distintivo e manganelloIeri mattina ho assistito ad una scena non bella…

In uno dei tanti incroci incasinati in zona prati (di fronte ai tribunali civili) un cretino con un gippone era in mezzo all’incrocio con il semaforo rosso. Un motociclista ed un tipo che guidava un camioncino per rimorchio moto hanno cominciato ad alzare la voce invitando coloritamente il mezzo a togliersi da li. Preciso che non mi risulta di aver sentito insulti.

Ho guardato il tipo del gippone, aveva caratteri somatici arabi e recitava la parte del finto smarrito, quella che odio di più… poche cose nel traffico mi mandano in bestia come quelli che impegnano l’incrocio quando è bloccato (forse solo quelli che ti suonano quando TU non lo impegni). La parte del finto smarrito è quella che al “Che ci posso fare io se è diventato rosso” – come se per intuire che il semaforo da giallo diventerà rosso prima che tu riesca a passare 10 metri di incrocio già bloccati ci volesse frate indovino – aggiunge un senso di smarrimento arrivando a fare cose da ergastolo.

Ebbene il tipo con la camionetta da rimorchio continuava a urlare “E toijete de mezzo” al che uno scende dal gippone con la paletta la camionetta scappa, quello lo rincorre, si attacca alla camionetta e tira giù il povero cristo manco fosse Bin Laden… un altro scende dal gippone con la pistola in mano!!!!

Cioè ‘sti poliziotti in borghese prima bloccano viale Giulio Cesare, poi non contenti, al primo vaffa che si beccano, inscenano un siparietto da rivolta di Los Angeles in mezzo a centinaia di persone.

Fortunatamente si sono limitati a “spaventare” il malcapitato.

Una buona notizia e che oltre al sottoscritto e ai suoi due colleghi, altre persone si sono fermate ad osservare la scena con il chiaro intento di evitare che degenerasse, criticando senza velature i tre poliziotti.

La gente è matta giugno 19, 2006

Posted by Lo Scafo in La gente è matta.
13 comments

MattoIeri sera (notte) stavo tornando a casa quando sul lungotevere all'altezza della marina militare vedo un tipo che parla al cellulare e sta in mezzo alla strada con una mano alzata come per chiedere aiuto. Mi fermo poco più avanti per capire cosa gli fosse successo, se non che questo mi dice con un accento campano "Ma…. a Testaccio a quest'ora c'è ancora " – si muove un po' – " c'è ancora vita???" non sapendo assolutamente che ora fosse (erano le 2.15) gli ho chiesto "non so, che ore sono???" e lui mi fa.. "Mah… l'una", al che gli dico "Beh credo di si" faccio per salutarlo e questo mi anticipa tipo "allora andiamo eh dai" e cerca di sedersi sullo scooter senza manco chiedermi se c'avevo un casco per lui. "no guarda domani devo lavorare, trovati un altro o prendi un autobus" e me ne sono tornato a casa.