jump to navigation

Quer pasticciaccio della Bossi-Fini giugno 5, 2007

Posted by Lo Scafo in Campagna elettorale.
5 comments

Lucchetto spezzatoTempo fa uscì sul messaggero un articolo che descriveva bene il bel bordello creato dalla Bossi-Fini. Non si tratta qui di cercare il pelo nell’uovo ma semplicemente di mostrare come le necessità di facciata portino a dei mostri che arrivano a creare ancora più casino di quanto non ce ne fosse prima. Il caso della legge sull’immigrazione è per me emblematico di come si arrivi a legiferare tenendo conto solo degli slogan e non della realtà.

La Bossi-Fini prevedeva che un lavoratore Extracomunitario potesse entrare in italia ed ottenere un permesso di soggiorno solo ed esclusivamente se aveva un lavoro. In pratica un Somalo avrebbe dovuto trovare lavoro da Mogadiscio, il datore di lavoro avrebbe dovuto portare la richiesta alle poste, la pratica avrebbe fatto il suo iter e se i vari uffici preposti al controllo delle domande avessero dato parere positivo il lavoratore avrebbe ritirato il permesso di soggiorno all’ambasciata Italiana nel suo paese d’origine.

Ora la prima domanda: è possibile immaginare che un Somalo, un marocchino, un cinese o chi per lui trovi un lavoro regolare in Italia direttamente da casa sua???? A parte questo chiaramente ne l’Umbertone padano ne il più cornificato politico italiano potevano pubblicamente riconoscere che in italia ci sono migliaia di lavoratori extracomunitari irregolari che lavorano in nero e che non è materialmente possibile caricarli in massa sulle navi per rispedirli a casa, nessuno dei due poteva però usare la parola “regolarizzazione”.

Così cosa è successo… decine di migliaia di lavoratori extracomunitari ed i relativi datori di lavoro hanno pensato che potesse essere il caso di mettere in regola la situazione. Poco più di un anno fa alle poste si crearono file chilometriche di persone che… secondo la legge sarebbero dovute stare a casa loro… file di clandestini… tanto che qualcuno aveva pensato che il governo delle libertà avesse teso loro un bel tranello per accalappiarli tutti.. in realtà questo non avvenne… se dall’oggi al domani sottrai ad un paese 100.000 lavoratori rischi di fare un danno…

Ora cosa è accaduto di bello??? tutto l’iter delle pratiche è andato avanti… moltissimi lavoratori hanno ottenuto il permesso di soggiorno (tra questi ci sono anche decine di migliaia di lavoratori domestici… )… ma c’è un problema… il permesso di soggiorno è stato spedito al loro paese d’origine… per cui adesso un lavoratore domestico Filippno ad esempio dovrebbe tornare a Manila per recuperare il prezioso foglio di carta… ma per tornare a Manila deve prendere un aereo, andare all’aeroporto.. il tutto con lo status di calndestino… tenete presente quanta gente c’è che magari s’è data dal proprio paese per non fare il servizio militare… o scappata per chi sa quali motivi…

In buona sostanza è un anno che Ambasciate, Questure, Direzioni Provinciali del Lavoro, Ministeri etc. etc. lavorano per i permessi delle circa 300.000 domande pervenute con vari decreti… il tutto senza aver risolto un’ emerita ceppa.

Annunci

Hasta la vita siempre aprile 10, 2007

Posted by Lo Scafo in Campagna elettorale, Le mie battaglie.
9 comments

Fez AsinoA.N. ha fatto dei manifesti con lo stesso titolo che ho usato per il post. Nel dettaglio il manifesto diceva una cosa tipo “per la vita, dalla difesa dell’embrione e contro la pena capitale”. Ora, da quando in quà AN è contro la pena di morte???? Poi, cazzarola, manco all’asilo… scimmiottare uno slogan dell’altra parte, modificandolo, senza manco cercare di mantenere un significato… “Fino alla vita sempre”, cosa cazzo significa??? Al massimo potrebbe essere uno slogan a favore delle magliettine corte che lasciano scoperta una fetta di pancia (a proposito, bentornata primavera…).

Cucitevi quella bocca dicembre 18, 2006

Posted by Lo Scafo in Campagna elettorale, La gente è matta.
2 comments

Bocca cucitaVolevo fare un post su questo episodio.

Ci hanno però già pensato Lupo e Fabio

Dimenticavo… scaricatevi Permalink (c’è anche il link in basso a destra), è uscito un nuovo numero ed il mio amico Ebu (il guru), ha trovato anche il modo di sbatterci un po’ di “figa” in maniera trasversale ma non troppo. Che la diffusione abbia ora inizio.

Liberi dicembre 11, 2006

Posted by Lo Scafo in Campagna elettorale, Le mie battaglie.
7 comments

CappuccioQuelli della CDL dicono di lottare per la/le Libertà. Non ho mai capito bene da cosa volgliano liberarsi… e da chi..

– Vogliono la libertà di impedirmi di essere non cattolico???

– Vogliono la libertà di impedire alla gente di vivere la propria identità sessualità come gli pare???

– Vogliono la libertà di impedire alla gente di farsi una canna???

– Vogliono la libertà di impedire ad una persona morta di morire???

– Vogliono la libertà di imporre alla gente come (… e se) divertirsi???

Sarò un comunista liberticida, ma queste libertà non le darei a nessuno…

Libero… di mentire novembre 2, 2006

Posted by Lo Scafo in Campagna elettorale.
12 comments

LiberoE’ la seconda volta che incuriosito compro “Libero” in un giorno feriale, il primo purtroppo l’ho dimenticato in macchina di un amico, l’avevo comprato nella speranza di conoscere le nuove tasse (una sessantina) introdotte da Prodi. Cercherò se sul sito riuscirò a trovare l’articolo.
Oggi mi sono incuriosito – vedendo il titolone che gridava al furto per il bollo auto – ho deciso di ripetere l’acquisto.

Questo è un estratto di quanto campeggiava in prima pagina:

Prodi si inventa balzelli e imposte a raffica per intascare quattrini e rapinare gli italiani Oggi le auto: superbollo per quelle sopra i 100 kw. La metà di quelle in circolazione.

[…] la Ford Focus, la Opel Astra e la Renault Megane. Non sono le limousine dei Paperoni e dei Rockerduck, sono le utilitarie dei poveri cristi qualunque come noi tutti. [….] Ho fatto un rapido conto: sul totale del milione e novecentomila automobili vendute nei primi dieci mesi del 2006 […], sono più di 400 mila quelle che ricadono in pieno nella falcidie concordata ieri da Visco e dai capigruppo dell”Unione. Sessanta euro in più di bollo per una Stilo diesel, roba da azzerare da sola praticamente tutti gli sgravi previsti per detrazioni e aliquote Irpef più favorevoli anche per chi guadagna solo 25 mila euro l’anno.

Ora perché nel titolo viene detto “La metà di quelle in circolazione” quando dalla sua coraggiosa indagine OSCAR GIANNINO ha scoperto che “sono più di 400 mila” sul “milione e novecentomila automobili vendute nei primi dieci mesi del 2006”cioè poco più di 1/5… si passa dal 50% al 21.05%. Nella sua illuminata statistica l’audace giornalista poi tiene conto solo di quelle “[…]vendute nei primi dieci mesi del 2006”, si parla per cui di auto vendute e non circolanti… è semplice immaginare che tra le vetture circolanti la percentuale di quelle più piccole (quindi inferiore ai 100kw, tra cui le utilitarie) sia maggiore, questo potrebbe farci avvicinare all’8% dichiarato da Visco (il quale forse ha dati più completi rispetto a quelli del dott. Giannino).

Si può parlare di “Ford Focus, la Opel Astra e la Renault Megane” come delle “utilitarie dei poveri cristi qualunque come noi tutti”????
Non intendendomi di auto mi sono fatto un giro ed ho scoperto:

 

– per la Ford Focus sono 7 modelli su 49 a subire gli aumenti che sono di 9.03€ (per 5 modelli, dai 17.450,00€ ai 22.800,00€) ai 67.29€ (per i 2 modelli da 27.200,00€ e 26.500,00).

 

– per la Opel Astra sono 21 modelli su 59 a subire gli aumenti che vanno dai 3,87 € per i modelli da 19/20.000€ ai 99.3€ del modello da 31.350,00€.

 

– Per la Renault Megane sono 8 modelli su 63 a pagare un bollo maggiorato, rispettivramente di 12.9€ per modelli sui 23/24.000€, 25.8€ per il modello da 26.950,00€ e di 83.85 pe i due modelli da 29.200,00€ e 29.700,00€.

 

– Per la Fiat Stilo sono 4 modelli su 24, tutti tra i 21/23.000€ che pagheranno 12.9€ in più.

 

Questi calcoli confidano che le auto in questione siano Euro4.

 

Ora si può parlare di auto che hanno costi medi di 23/25.000.00 come delle “..utilitarie dei poveri cristi qualunque come noi tutti”???? Si può fare un calcolo che consideri lo sgravio IRPEF di persone che quei soldi li guadagnano in un anno???
Ieri con molta sorpresa ad un pub ho sentito un tipo dire agli amici “La gente ‘sta de fori, ma se te devi comprà ‘na macchina da 25.000€ e poi te lamenti che nun c’hai li sordi pe magna’, tu quella macchina nun te la piji, è inutile che stai a rompe li cojioni cor superbollo”.
Il punto è questo: le macchine sopra i 100kw costano in media sopra i 23.000 euro, si suppone che se tu abbia da spendere tanto per una autovettura un aggravio medio di 20/25€ annui sul bollo non ti distrugga la vita. Se poi hai pure preso un modello a GPL o metano l’aggravio si dimezza.
Ora anche gli aumenti dovuti all’euro 0 / 1 / 2… si tratta di 42€ per una 100Kw Euro 0 tra i casi più sfigati… Per una 60kw euro 2 si spenderanno 14.52€. Anche questi importi vanno divisi per 2 nel caso di alimentazione a GPL o metano.. e credo sia poca la gente che va in giro con macchine di 10 e oltre anni fa ancora a benzina.

Le tasse di Prodi / 2 ottobre 5, 2006

Posted by Lo Scafo in Campagna elettorale, Il piccolo Alan Friedman.
9 comments

TasseE’ arrivata la finanziaria e com’era facile immaginare tutti gridano allo scandalo. Berlusconi dopo aver detto durante tutta la campagna elettorale che il csx avrebbe aumentato le tasse adesso trova facile gioco nel confermarlo. So di dibattiti in TV su quale fosse o meno il ceto medio per stabilire chi ci guadagnava e chi no ma so anche dell’enorme ignoranza che circola in materia. Su un blog ho letto un commento di un tipo che veniva da una famiglia operaia che è riuscito a laurearsi a diventare ricco e adesso teme che Prodi lo faccia vivere come un operaio per aver messo una tassa sui SUV.

Altra questione imoportante sono le aliquote fiscali, chiaro che come uno legge 43% pensa “oddio… la metà di quello che guadagno” in realtà le aliquote funzionano a gradi, cioè

  • 23% sui primi 15.000 € guadagnati

  • 27% sui guadagni che vanno dai 15.001 € ai 28.000 €

  • 38% sui guadagni che vanno dai 28.001 € ai 55.000 €

  • 41% sui guadagni che vanno dai 55.001 € ai 75.000 €

  • 43% sui guadagni che vanno dai 75.001 € in poi

Questo è logico, altrimenti chi guadagna 15.000 lordi avrebbe un netto superiore a chi ne guadagna 15.001.

vi segnalo poi questo e quest’altro sito dove spiegano qualche cosa anche sulla no tax area.

Io mi sono fatto un rapido calcolo e credo che pagherò 10€ di tasse in piu al mese sul mio già misero stipendio, mo aspettiamo la prima busta paga di gennaio per vedere.

Altro tasto, il superbollo sui SUV. Godo come un riccio. Ho letto qualche cosa in giro ed oltre al fatto che si lamentava di questa tassa gente del calibro di Fabio Grosso, Ancelotti o Maria Teresa Ruta (mortacci vostra aggiungerei).

Ho avuto conferma poi che il comune di Parigi sta adottando misure restrittive sui SUV, per cui chi dice che con misure del genere andiamo indietro di 10 anni dice una emerita cazzata.

Notare poi come gente che spende 40.000 euro per una macchina insorge quando gli si chiedono 300 euro per un bollo su una macchina che occupa lo spazio di 3 ed inquina per 5. Quando però il Cavaliere rimpinguava le casse dello stato tramite condoni edilizi e fiscali credo che questa stessa gente non avesse nulla da eccepire.

Altra cosa che non capisco perchè il csx non sbandieri è la riduzione del 30% degli stipendi dei ministri e sottosegretari che scatterà dal 1 Gennaio 2007. E’ vero che Prodi ne ha dovuti fare parecchi per accontentare tutti, e mo li deve pure mantenere con un budget non troppo elevato.

Se n’è andato settembre 20, 2006

Posted by Lo Scafo in Campagna elettorale.
7 comments

PortaGuido Rossi ha lasciato la FIGC. La cosa stava assumendo toni comici. Come fai a dire “Le cariche non sono incompatibili”, e dove per cariche si parla di Commissario straordinario della FIGC e presidente della Telecom. Ora è chiaro che rispetto a Carraro che era anche presidente di Capitalia o di una banca del gruppo mo non ricordo, cioè della banca dove le squadre di calcio facevano le fidejussioni, il conflitto di Rossi è semplicemente una questione di “tempo”.

Mo non so, questi manager… magari è gente che fa l’8b in ottimizzazione tempo (intendo dire che ottimizza il tempo in un modo che ad una persona normale appare super-alieno), è un po’ come se uno chiedesse al Carl Lewis dei tempi d’oro di fare tre salti consecutivi oltre gli 8 metri. Può essere però che si possa arrivare a gestire 2 situazioni di questa portata in un momento di crisi? Forse è tipo il mitico Wolf di Pulp Fiction…

Guido Rossi alla fine s’è dimesso dalla FIGC ma perchè invece che dire “non mi tengo….” ehm scusate “non ce la posso fare a gestire le due cose” ha dovuto cominciare a dire “Qui non mi fanno lavorare!!!”

Coglione chi vota FI, indegno chi vota SI giugno 22, 2006

Posted by Lo Scafo in Campagna elettorale, Robba seria.
4 comments

STOPNON SIAMO NE' COGLIONI NE' INDEGNI!

Ad Aprile sono stato uno di quelli che si è messo il cartello "Sono un coglione" e che con i suoi amici è stato pure immortalato dai media. Basta autoironia, con la storia dei coglioni c'ha già fregato… noi siamo autoironici però alla fine il messaggio che passa qual'è??? Uno di sinistra con un cartello "Sono un coglione".. se la Pavesi dice che i biscotti della Montebovi sono una merda non credo che la Montebovi scriva merda sulle scatole dei suoi prodotti….

Questo è più furbo di noi, rassegnamoci… chiuse la campagna elettorale delle politiche dicendo "…perchè noi non siamo coglioni" e dopo che eravamo andati in giro con i cartelli appesi come potevamo ribattere??? con un discorso di un quarto d'ora… la propaganda non lo consente…

Diciamo come stanno veramente le cose e non gichiamo sulla sovverasione della realtà che questo uomo propina, contribuiamo solo al suo gioco.

E' Coglione chi vota per Forza Italia, e lo è perchè si fa convincere su chi votare nello stesso modo in cui si fa convincere su quale dentifricio comprare al supermercato.

E' Indegno chi vota SI, ed è indegno perchè vota si ad una riforma fatta da chi con la bandiera italiana ci si "pulisce il culo".

Referendum sulla costituzione giugno 12, 2006

Posted by Lo Scafo in Campagna elettorale.
add a comment

Vota NoGiusto perchè non posso non scrivere un post sull'argomento.

Al referendum sulla riforma costituzionale del 25 Giugno bisogna votare NO. Tempo fa avevo scritto un post sull'argomento e lo ribadisco qui:

Solitamente sui referendum è bene informarsi prima di votare, così feci su quello recente sulle staminali, articolo 18 etc.. sapere su che si vota e farsi un opinione (glisso subito accuse di essere di parte ed acritico dicendovi che a quello sull'art.18 non andai a votare per scelta).

Questa volta il discorso è diverso, non mi interessa sapere i dettagli della riforma costituzionale, mi basta sapere che è stata scritta dai leghisti, da gente non in grado di mettere due parole in fila senza insultare qualcuno, gente che NON HA LE COMPETENZE per fare una riforma di questo calibro.

E anche questa è andata maggio 30, 2006

Posted by Lo Scafo in Campagna elettorale.
2 comments

DesertoAnche le comunali sono andate, mo ci rimane il referendum tra un mese e poi basta per un po'.
Quel 10% nella casella riservata a Forza Italia nel comune di Roma è forse la notizia politicamente più rilevante di questa tornata, Forza Italia si dimostra per quello che è: un prodotto politico da vendere dietro un'ossessiva campagna pubblicitaria, non credo sia ami accaduto che un partito perdesse il 10% (o un po' meno, ma li stiamo) in un mese.
Il calo mediatico nella campagna elettorale lascia più libero il campo al reale desiderio della gente e dimostra inequivocabilmente come la scelta di andare a votare per molti elettori della CDL (non tutti) non scaturisca da un ragionamento profondo quanto da condizionamenti esterni. Il calo dei voti a Roma è stato del 13%, FI è calata di quasi il 10% e benchè questi dati andrebbero ponderati sul numero dei votanti il calcolo risulta molto semplice da fare.

Parlo di dato estremamente rilevante perchè da entrambe le parti (dove si è perso) si è scaricato il barile sull'astenzionismo, a mio modo di vedere astenersi è un modo di esprimersi in alcuni casi ed in altri un'ammissione di incompetenza, ecco alle politiche è andata a votare un sacco di gente incompetente, convinta dalle sparate finali di Silvio su tasse e ICI.

Ben venga un abbassamento della propaganda elettorale, sarebbe auspicabile che i confronti elettorali avvenissero non in prima serata al posto del grande fratello, ma in orari meno di punta, tipo le 19.00, dove chi decide di vederlo lo fa per farsi un idea, non per vedere passivamente uno spettacolo nel quale viene bombardato di slogan.

Sarebbe auspicabile una legge che riducesse il quantitativo di propaganda possibile per partiti.

Oltre al fatto che dipendesse da me vieterei la pubblicità come la conosciamo e lascerei spazio a dei manifesti informativi sui prodotti, impedirei loghi e cazzate simili ma lascerei delle confezioni bianche con scritto il nome del prodotto e la marca con un arial 12. (questa ultima frase è una semplice provocazione, intesi eh…).

 

P.S.

Come mi ha segnalato Giorgia in un commento, Samuele Piccolo ha preso una cifra di voti…ma da dove cazzo viene quello??? in grazia a chi sta???? chi ce l'ha messo li????