jump to navigation

L’oro novembre 30, 2006

Posted by Lo Scafo in Ho studiato sociologia.
6 comments

Lingotto

Visto che i deliri pare abbiano successo proviamo con questo:

Nel 1991 uscì un filn “Hudson Hawk”, in buona sostanza i cattivi volevano riportare in luce una macchina progettata da Leonardo che avrebbe trasformato il piombo in oro: l’obiettivo era di immettere un enorme quantitativo del metallo sul mercato facendolo così impazzire.

Ho avuto un infanzia difficile, quindi anzichè limitarmi a ridere del film ed a giocare al relativo videogioco mi posi una domanda “perchè l’oro ha valore???”.

In fin dei conti chi se ne frega dell’oro, si è un buon conduttore… ma perchè l’economia mondiale e quindi le nostre vite devono essere legate a sta specie di sasso metallico??? Un sercio tra l’altro troppo morbido per poter essere utile in campi diversi dall’elettronica. L’elettronica è una cosa del XX secolo, perchè allora da sempre l’oro ha un valore enorme???

La mia idea è che inizialmente – essendo un metallo raro – veniva utilizzato come “prova di possesso” difficilmtente falsificabile; ad esempio una “barretta d’oro” provava che io possedevo un dato terreno. Col tempo barattare le “barrette d’oro” divenne usanza normale; con il differenziarsi dei beni posseduti (greggi, depositi etc. etc.) aumentò il numero di metalli usati e la trattazione di questi, da qui i gioielli… ad esempio la corona identificava tout-court il possedimento di un regno. Col tempo si perse la corrispondenza dell’oro con i beni ed il metallo acquistò valore in quanto tale.

In pratica il fatto che l’oro abbia un valore nasce da un equivoco generazionale.

Annunci

Nuovo ordine economico novembre 28, 2006

Posted by Lo Scafo in Il piccolo Alan Friedman.
23 comments

MoneteDovrebbe cambiare il concetto con cui spendiamo i nostri soldi.

Ognuno di noi dovrebbe continuare a percepire il suo stipendio normalmente, ma anzichè in quantitativo di soldi uno dovrebbe pagare in percentale rispetto a quanto guadagna.

Si dovrebbe avere una specie di bancomat che viene caricata di un 100% ogni mese e poi si fa una media dei prezzi sullo stipendio medio e si paga quello. Per intenderci, io vado al bar e prendo un caffe’, non lo pago 60, 70, 80 centesimi ma 0.055%.

per cui se guadagno 1000€ al mese lo avrò pagato 0.55€, se ne guadagno 2000 1.10€ e via discorrendo.

Il totale dei soldi non sarà però insignificante, assolutamente no. la mia carta a seconda del contenuto assoluto di soldi mi permetterà di accedere a dei beni che altrimenti non potrei proprio comprare. ad esempio una Lamborghini costerebbe … che so… un 600% però la mia carta sarà abilitata a quell’acquisto solo se guadagno almeno 50.000€ al mese.

Sette a Zero novembre 20, 2006

Posted by Lo Scafo in Arrampicata, calcio.
9 comments

7 a 0La Roma ha battuto 7 a 0 il Catania, da più parti si sente dire “si dovevano limitare”, “perchè umiliarli” etc. etc.

Non sta ne in cielo ne in terra, il Catana viene all’Olimpico ed affronta una Roma che schiera la formazione al completo ed in salute… il Catania gioca con il 4-3-3 (per i profani la formazione più “offensiva” nel calcio) e parte all’attacco… la Roma segna 4 gol nel primo tempo.

Comincia il secondo tempo, il Catania continua ad attaccare, la roma in contropiede fa il quinto. Il Catania continua ad attaccare e la Roma la buca altre due volte.

Se il catania voleva evitare l’umiliazione avrebbe potuto evitare di attaccare, cercare di addormentare la partita.

Qualcuno ha detto “giocavano pure in 10…” se una squadra gioca in 10 è perchè s’è fatta espellere un giocatore (che tra l’altro aveva rifilato una vistosa gomitata).

Nessun giocatore della Roma è andato a spernacchiare quelli del Catania (questa sarebbe stata antisportività), semmai l’allenatore della Roma sotto gli spogliatoi ci ha tenuto a stringere la mano a tutti gli avversari.

Il pubblico ha pagato il biglietto, un professionista non può smettere di dare lo spettacolo per cui è pagatò a metà dell’opera.

Fortunatamente qualcuno ha detto la verità, cioè che lo sport è anche questo…

Io faccio arrampicata sportiva e se “non mi tengo” è possibile che non mi “schiodo” (non riesco a partire) su una via, se sbaglio un passaggio volo per aria anche da 20 metri. Nessuno mi scolpisce altre prese se io non tengo quelle che ci sono. Quando non sto in forma so che mi devo limitare, se è una giornata no o smetto o mi provo cose semplici.

Quando uno si sente in forma va, se poi il compagno non è all’altezza della via che uno prova pazienza si farà altro tiro dopo… Ho fatto sicura a gente molto più forte di me su vie che non avrei potuto attaccare ed al contratio mi è stata fatta sicura da gente che sulle vie che provavo io aveva molte diffcoltà. Nessuno si è mail lamentato, non è scritto da nessuna parte, ma la prestazione del più forte viene sempre per prima.

Dietro lo specchio novembre 17, 2006

Posted by Lo Scafo in Totale.
8 comments

SpecchioMi è capitato di assistere orora ad un pezzo di “Otto e mezzo” su La 7, si parlava del bullismo nelle scuole e dei fatti di Torino.

Oltre alla solita sequela di qualunquismi coperti da citazioni dotte, c’era una sorta di dato acquisito dal quale entrambe le parti sembravano partire: benchè non esplicitamente dichiarato sembrava che si parlasse delle violenze all’interno delle scuole come di un qualcosa inesistente fino a qualche generazione fa.

Si è arrivati a dire che la gravità più che nella violenza sta nel fatto che questa sia stata fatta “per essere mostrata”, nessuno ha detto che fino a 4/5 anni fa era impossibile che un ragazzo portasse con se abitualmente un mezzo in grado di fare riprese.

Internet è stata chiaramente “accusata” di permettere la condivisione del filmato. Mi è al contrario venuto da pensare che GRAZIE ad internet il filmato è venuto fuori, rompendo così una situazione d’omertà che in molte altre realtà analoghe ha sempre fatto da scudo e continua farlo.

Vivra’! novembre 14, 2006

Posted by Lo Scafo in Eventi.
6 comments

Pollice VersoLa Scafo vivrà ancora per un po’.

Grazie ad un finanziamento della BPP (Banca Popolare di Papa’) ed al parere positivo dell’equipe di meccanici della Mercedes la temutissima rottamazione è stata per il momento scongiurata.

All’elenco delle cose da sostituire avrei voluto chiedere come fosse possibilie che un veicolo in quelle condizioni fosse arrivato in Spagna…

Sono ad oggi commosso all’idea che La Scafo abbia deciso di bloccarsi mentre era parcheggiata nel condominio, in quello che è il suo posto abituale, così facendo ad oggi posso dire di non essere mai stato lasciato per strada.

L’inverno ci aspetta, l’amica Caxxo non sarà sola nei lunghi viaggi sulla pontina che scandiscono le domeniche dei climber.

Libero… di mentire novembre 2, 2006

Posted by Lo Scafo in Campagna elettorale.
12 comments

LiberoE’ la seconda volta che incuriosito compro “Libero” in un giorno feriale, il primo purtroppo l’ho dimenticato in macchina di un amico, l’avevo comprato nella speranza di conoscere le nuove tasse (una sessantina) introdotte da Prodi. Cercherò se sul sito riuscirò a trovare l’articolo.
Oggi mi sono incuriosito – vedendo il titolone che gridava al furto per il bollo auto – ho deciso di ripetere l’acquisto.

Questo è un estratto di quanto campeggiava in prima pagina:

Prodi si inventa balzelli e imposte a raffica per intascare quattrini e rapinare gli italiani Oggi le auto: superbollo per quelle sopra i 100 kw. La metà di quelle in circolazione.

[…] la Ford Focus, la Opel Astra e la Renault Megane. Non sono le limousine dei Paperoni e dei Rockerduck, sono le utilitarie dei poveri cristi qualunque come noi tutti. [….] Ho fatto un rapido conto: sul totale del milione e novecentomila automobili vendute nei primi dieci mesi del 2006 […], sono più di 400 mila quelle che ricadono in pieno nella falcidie concordata ieri da Visco e dai capigruppo dell”Unione. Sessanta euro in più di bollo per una Stilo diesel, roba da azzerare da sola praticamente tutti gli sgravi previsti per detrazioni e aliquote Irpef più favorevoli anche per chi guadagna solo 25 mila euro l’anno.

Ora perché nel titolo viene detto “La metà di quelle in circolazione” quando dalla sua coraggiosa indagine OSCAR GIANNINO ha scoperto che “sono più di 400 mila” sul “milione e novecentomila automobili vendute nei primi dieci mesi del 2006”cioè poco più di 1/5… si passa dal 50% al 21.05%. Nella sua illuminata statistica l’audace giornalista poi tiene conto solo di quelle “[…]vendute nei primi dieci mesi del 2006”, si parla per cui di auto vendute e non circolanti… è semplice immaginare che tra le vetture circolanti la percentuale di quelle più piccole (quindi inferiore ai 100kw, tra cui le utilitarie) sia maggiore, questo potrebbe farci avvicinare all’8% dichiarato da Visco (il quale forse ha dati più completi rispetto a quelli del dott. Giannino).

Si può parlare di “Ford Focus, la Opel Astra e la Renault Megane” come delle “utilitarie dei poveri cristi qualunque come noi tutti”????
Non intendendomi di auto mi sono fatto un giro ed ho scoperto:

 

– per la Ford Focus sono 7 modelli su 49 a subire gli aumenti che sono di 9.03€ (per 5 modelli, dai 17.450,00€ ai 22.800,00€) ai 67.29€ (per i 2 modelli da 27.200,00€ e 26.500,00).

 

– per la Opel Astra sono 21 modelli su 59 a subire gli aumenti che vanno dai 3,87 € per i modelli da 19/20.000€ ai 99.3€ del modello da 31.350,00€.

 

– Per la Renault Megane sono 8 modelli su 63 a pagare un bollo maggiorato, rispettivramente di 12.9€ per modelli sui 23/24.000€, 25.8€ per il modello da 26.950,00€ e di 83.85 pe i due modelli da 29.200,00€ e 29.700,00€.

 

– Per la Fiat Stilo sono 4 modelli su 24, tutti tra i 21/23.000€ che pagheranno 12.9€ in più.

 

Questi calcoli confidano che le auto in questione siano Euro4.

 

Ora si può parlare di auto che hanno costi medi di 23/25.000.00 come delle “..utilitarie dei poveri cristi qualunque come noi tutti”???? Si può fare un calcolo che consideri lo sgravio IRPEF di persone che quei soldi li guadagnano in un anno???
Ieri con molta sorpresa ad un pub ho sentito un tipo dire agli amici “La gente ‘sta de fori, ma se te devi comprà ‘na macchina da 25.000€ e poi te lamenti che nun c’hai li sordi pe magna’, tu quella macchina nun te la piji, è inutile che stai a rompe li cojioni cor superbollo”.
Il punto è questo: le macchine sopra i 100kw costano in media sopra i 23.000 euro, si suppone che se tu abbia da spendere tanto per una autovettura un aggravio medio di 20/25€ annui sul bollo non ti distrugga la vita. Se poi hai pure preso un modello a GPL o metano l’aggravio si dimezza.
Ora anche gli aumenti dovuti all’euro 0 / 1 / 2… si tratta di 42€ per una 100Kw Euro 0 tra i casi più sfigati… Per una 60kw euro 2 si spenderanno 14.52€. Anche questi importi vanno divisi per 2 nel caso di alimentazione a GPL o metano.. e credo sia poca la gente che va in giro con macchine di 10 e oltre anni fa ancora a benzina.