jump to navigation

L’oppio dei popoli settembre 28, 2006

Posted by Lo Scafo in Robba seria.
15 comments

ReligioniIl titolo del post non tragga in inganno, non voglio fare una inutile dissertazione su quanto la religione possa oscurare o meno le menti delle persone, ma cercare di capire perchè da ex-ateo e “neo pagano non praticante” ho sempre avvertito a “pelle” un fastidio verso la religione cattolica mentre verso gli altri credo o confessioni nutro sicuramente più curiosità e/o rispetto.

Premetto che sono battezzato ed ho fatto la prima comunione, seppure con poca convinzione visto che facevo sega (bigiavo, marinavo) le lezioni tanto che la suora venne a casa mia un giorno che chissa’ dove ero andato dicendo a mia madre che non mi avrebbe fatto fare la comunione se continuavo così…

Comunque oltre ad un rapporto religioso interrotto molto presto (12 anni o giù di li) credo che io come molti altri ho molti più preconcetti verso un prete che non verso un rabino o un mullah.

Ora qui non voglio fare un discorso sugli estremismi: partiamo dalla realtà in cui mi trovo a vivere per cui posso passare davanti alla moschea, ad una chiesa o una sinagoga in una realtà ben diversa da quella di chi abita in altre parti del mondo.

Sono convinto che le religioni abbiano tutte un fondamento “sociale” per cui tramite i vari credi venissero diffuse delle norme sociali che garantissero la sopravvivenza del gruppo, della società, dei privilegi etc. etc.

A me sembra di avvertire che la religione cattolica abbia perso molte delle sue caratteristiche di “collante sociale”. Forse in regioni come la Sicilia o in centri più piccoli questo si avverte di meno, ma è certo che il sentore che si ha è che la maggior parte dei “cattolici” che mi circondano lo siano per lo più per abitudine, tradizione o pigrizia… nessuno va a messa, nessuno segue qualche precetto (ne esistono ancora????) nessuno la vive seriamente… è come se rimanesse un residuo del timore di Dio per cui alla fine un po’ di caga dell’inferno rimane e nel dubbio non si sa mai.

Chiaro che ebrei e mussulmani essendo (qui dove vivo io) delle minoranze, facciano più comunità e mantengano più vive le proprie tradizioni, ma il sentore che la presa del credo cattolico sia in crisi e che giusto con lo “scontro di civiltà” possa avere un sussulto rimane.

Fermo restando che chi scrive non è un esperto di religioni e scrive questo basandosi sulle nozioni e l’esperienza empirica che ha.


Vi comunico con orgoglio che “Lo Scafo” è terzo (il secondo sito) su google per la riceca “sospensioni su tacche” subito dopo il sito di Jolly.

Annunci

Vita d’ufficio settembre 22, 2006

Posted by Lo Scafo in Le mie battaglie.
6 comments

Automi
Ieri sera ho visto “l’appartamento spagnolo”, il film mi è piaciuto molto, divertente, leggero e poco romanzato.

C’è una scena che m’ha suggerito questo post, e riguarda un po’ la visione che da post-liceali si ha del lavoro in ufficio. Credo che i film di Fantozzi (massimo rispetto, sia chiaro) abbiano dato alla nostra generazione un preconcetto un po’ traumatico della vita lavorativa.

Sono sei anni che lavoro in “ufficio” (ne ho cambiati 3/4 e questo aiuta) e mai ho avuto la nausea degli ambienti che si sono creati, le situazioni sono sempre state dinamiche tutto fuorchè monotone.

Sicuramente sono stato “fortunato”, faccio un lavoro comunque qualificato ed ho quasi sempre incontrato gente aperta.

Ora non posso descrivere su un post cosa significava lavorare a via Segre, probabilmente verrei preso per cazzaro, ma credo che nulla fosse più lontano dallo stereotipo fantozziano. Si erano create situazioni paradossali, non si riusciva manco più a capire cosa andasse realmente fatto perchè qualsiasi cosa ci dicessimo poteva essere una cazzata. Era un po’ come andre a scuola ma senza professore, ogni giorno 8 ore di buco, poi si lavorava per carità, non avevamo 16 anni ed eravamo capaci (a volte) di autoregolarci… tranne quando nevicò, stavamo come dei rincoglioniti davanti alle finestre con emergenze alle spalle e Piero che cercava di farci rinsavire.

Quell’esperienza è stata maestra, nei posti dove sono stato successivamente ho sempre esportato un poì della deontologia acquisita nei primi 3 anni, trovando più o meno sempre terreno fertile e concimando a volte anche la sabbia.

Se n’è andato settembre 20, 2006

Posted by Lo Scafo in Campagna elettorale.
7 comments

PortaGuido Rossi ha lasciato la FIGC. La cosa stava assumendo toni comici. Come fai a dire “Le cariche non sono incompatibili”, e dove per cariche si parla di Commissario straordinario della FIGC e presidente della Telecom. Ora è chiaro che rispetto a Carraro che era anche presidente di Capitalia o di una banca del gruppo mo non ricordo, cioè della banca dove le squadre di calcio facevano le fidejussioni, il conflitto di Rossi è semplicemente una questione di “tempo”.

Mo non so, questi manager… magari è gente che fa l’8b in ottimizzazione tempo (intendo dire che ottimizza il tempo in un modo che ad una persona normale appare super-alieno), è un po’ come se uno chiedesse al Carl Lewis dei tempi d’oro di fare tre salti consecutivi oltre gli 8 metri. Può essere però che si possa arrivare a gestire 2 situazioni di questa portata in un momento di crisi? Forse è tipo il mitico Wolf di Pulp Fiction…

Guido Rossi alla fine s’è dimesso dalla FIGC ma perchè invece che dire “non mi tengo….” ehm scusate “non ce la posso fare a gestire le due cose” ha dovuto cominciare a dire “Qui non mi fanno lavorare!!!”

Onda anomala settembre 18, 2006

Posted by Lo Scafo in Mi ricordo quella volta che.
5 comments

Onda anomalaIeri stavamo in macchina sulla magliana nel tratto che va dal raccordo a Parco de’ Medici. Il nubifragio era da poco finito e stavamo con i finestrini aperti, una macchina passando nel senso opposto ha alzato una pozzanghera che è entrata in macchina arrivando a bagnare il lunotto posteriore, Francesco al volante è quello che s’è fracicato di più.

2 anni fa sulla stessa strada, nello stesso periodo e con le stesse condizioni atmosferiche stavo tornando a casa con il mio – all’epoca – nuovissimo scooter Ancora non avevo parabrezza, giacche tecniche e copetina del tucano, stavo con un vecchio impermeabile da fantino.

Avanzavo con la visiera aperta perchè se no si appannava e l’impermeabile sopra le gambe formava una conchetta che si riempiva subito d’acqua (inutile svuotarla) il cui scolo finiva dritto dritto dentro le mie scarpe.

Avanzavo senza perendere fiato tra una bestemmia e l’altra quando vedo un tir che di gran carriera sopraggiunge nel senso opposto. Istintivamente abbasso la visiera, giusto in tempo per proteggermi il volto da un’onda anomala composta da una fanghiglia di acqua piovana, pozzolana catrame e benzina.

La maggior sorpresa fu la temperatura dell’acqua: nella frazione di secondo prima di essere colpito mi ero preparato ud una doccia gelida, niente affatto, quella melma raggiungeva almeno i 30°, il calore passo attraverso l’impermeabile la felpa e la maglietta.

Ho vinto la lara settembre 14, 2006

Posted by Lo Scafo in Sondaggi.
11 comments

LaureaOggi ho ripreso a studiare, qui c’è poco da fare e ci provo, mi sono comprato i libri di metodologia, esame tra i più duri che se me lo tolgo oltre ad arrivare a -6 (la luce si vede a -3) sentirei più senllo il sentiero che porta al fatidico titolo di Dott.

C’è un solo problema, apro il libro e leggo: “L’avvento delle filosofie postempiriste, della <<nuova>> filosofia della scienza e della sociologia della conoscenza scientifica sembra aver inferto, a partire dagli anni settanta, un duro colpo alla prospettiva di una sociologia empirica, fondata sugli stessi criteri di scientificità delle discipline aventi per oggetto la realtà fisico-naturale.

C’è una cosa che mi viene subito in mente e che faccio fatica a togliere dai (o dal) miei (o mio) neuroni (o neurone) ed è “E STI CAZZI!!!!”.

Pare che però la laurea non si vinca gridando “Recanati” come faceva il Lorenzo impersonato da Guzzanti nella trasmissione “Ma de che ahò” a cura del “Diessechè”.

Chissà, magari andando avanti, una volta che lo studio rientra nella linfa cerebrale, sarò nuovamente incuriosito ed interessato.

Come in ogni cosa l’inizio è il momento più duro basta superarlo, se però qualcuno conosce le vie per la corruzione dei docenti me lo dica, faccio un mutuo, a fanculo la casa e mi compro sta benedetta lara.

 

P.S.

Lo Scafo è tredicesimo nella ricerca su Google per la chiave “italiane alle prese di grossi caxxi” (sostituite le 2 x con 2 z. Virgolette escluse).

Finchè la barca va… settembre 13, 2006

Posted by Lo Scafo in Non so che scrivere.
4 comments

Finchè la barca va...Essì, finchè la barca va lasciala andare. Si può fare ma siamo poi sicuri che stia andando??? e se si, come sta andando???? quanto sta andando ce lo aggiungo io direttamente.

Mo vedremo che si può fare, intanto ieri mi sono lasnciato in una discussione senza fine su un blog.

Dimenticavo, Lo Scafo è secondo su google per la ricerca “puttane danesi”.

La Notte Bianca settembre 11, 2006

Posted by Lo Scafo in Eventi.
8 comments

Notte BiancaE pure quest’anno je l’ho fatta… tutta la notte in giro e concertone al gianicolo. Certo che se Capossela alle 8:00 di mattina, dopo 10 ore che stai in giro, avesse fatto qualche trantella anzichè i pezzi riflessivi che l’alba su S. Pietro gli ha evocato forse non avrei rischiato il collasso.

Quest’anno ho visto poche cose ed ho camminato come un mulo ma va bene così, i funamboli a p.zza del popolo valevano da soli l’intera notte.

Rivedendo poi il perscorso fatto la mattina (sempre a p.zza del popolo) prima di decidere dove andare a fare colazione (vedi figura in alto a Sx) sembra già un miracolo che la brigata si sia mossa durante la notte simulando una discreta cognizione di causa.

I.N.P.S. settembre 6, 2006

Posted by Lo Scafo in Il piccolo Alan Friedman.
12 comments

Uccello PaduloCon questo post inauguro la categoria “Il Piccolo Alan Friedman”, in questa categoria esporrò i miei dubbi sulle politiche economiche di chiccessia.

Quello di oggi è il seguente: ci dicono da anni che bisogna innalzare l’età pensionabile senno l’INPS collassa e questo va fatto perchè se no i giovani (che nel frattempo sono passati da liceali ad ultratrentenni) non potranno avere la pensione.

Ma se la gente va in pensione a 70 anni, i giovani quando cazzo lo trovano un lavoro???

Confusione settembre 4, 2006

Posted by Lo Scafo in Non so che scrivere.
6 comments

ConfusioneC’avevo diversi post da fare, li conserverò per quando avrò il tempo e la lucidità mentale per scriverli. Oggi c’ho sonno, ho sperimentato su me stesso quanto arrampicare 2 giorni consecutivi a Grotti sia logorante, per quanto mi riguarda non accuso le dita ma i bicipiti. Volevo fare un post informatico (e lo farò) dal titolo “invettiva contro .NET” o “De inutiitate .NET”. Un altro nel quale volevo riprendere il tema del paganesimo, vi annuncio in anteprima che non mi dichiaro più ateo ma pagano.

Sabato sera mi si è spaccata pure la marmitta dello scooter, fortuna che il saldatoraro me la sistema co 40 euri; con l’ocasione ho rimesso in moto La Scafo che mi ha accompagnato fino a Valle Aurelia senza problemi. Il tipico tanfo di cavallo che ristagna nei veicoli dove viaggio con i compagni d’arrampicata sembra dissolto, lasciare i finestrini aperti per 2 settimane ha funzionato.

Venerdì sera abbiamo fatto due partite a puerto rico dopo circa 6 mesi. Il secondo posto di E-Wiz in entrambi i match ormai non fa notizia.

Estiquatzi???

Allora non leggete la categoria “Non so che scrivere”